STORIA

La misteriosa fondazione di Udine e la crescita della città

Fondazione di Udine - Scorcio Di Udine

La fondazione di Udine è ancora oggi un’enigma da decifrare. I reperti ritrovati indicano una storia lunghissima, che risale addirittura al neolitico. Ma potrebbe essere stato il re degli Unni, Attila, a costruire il primo frammento della città friulana. La prima menzione dell’insediamento ci fu, tuttavia, nel X secolo. Da quel momento la sua importanza crebbe sempre di più

Una nascita incerta

Il tema della fondazione di Udine divide ancora gli storici. Il ritrovamento di alcuni reperti risalenti al neolitico indicherebbero un insediamento celtico molto antico. La fondazione del suo baluardo più antico, il castello, sarebbe però dovuta, secondo la leggenda, al feroce re unno Attila. I suoi guerrieri, infatti, conquistarono e saccheggiarono Aquileia, l’insediamento più importante del nord est della penisola.
La conquista di questo centro fu molto complicata per il re barbaro, che fu molto vicino alla ritirata. Soltanto il volo delle cicogne con i loro piccoli gli fece capire che la città era rimasta senza scorte e presto sarebbe caduta. Quando incendiò la città, pare che Attila ordinò ai suoi uomini di erigere una collinetta in punto prestabilito. Questa piccola altura sarebbe il colle di Udine, dove oggi sorge il castello, e sul quale il re poté godersi lo spettacolo di Aquileia invasa dalle fiamme.

Fondazione di Udine - ritratto di Attila

La leggenda racconta che fu Attila a costruire il colle su cui nacque il castello di Udine. Fonte: Medium.com

La prima menzione di Udine in un documento ufficiale, tuttavia, risale al 983 d.C.. Si tratta della cessione del castrum Utini da parte di Ottone II al Patriarca di Aquileia, Rodoaldo. La roccaforte, infatti, si trovava in una posizione particolarmente strategica, in una zona che era priva di un reale controllo politico e militare.

La crescita dell’importanza di Udine

È attorno al castello di Udine che nasce il primo nucleo dell’insediamento, il cui luogo di culto di riferimento è la Chiesa di Santa Maria del Castello. Ma è solo nella seconda metà del XII secolo che la città si dota della cinta muraria. Nel secolo successivo, invece, grazie all’intercessione del patriarca Bertoldo di Andechs che Udine viene dotata di un mercato permanente e comincia ad ergersi come città più importante della zona friulana.

Fondazione di Udine - Chiesa Di Santa Maria Di Castello Di Udine

La chiesa Di Santa Maria Di Castello Di Udine

Nel 1233, infatti, lo stesso patriarca porta nella nuova città la sede vescovile, poiché la ritiene maggiormente difendibile. Udine diventa anche un grande snodo commerciale e tutti coloro che devono raggiungere i Balcani tramite il valico presso Tarvisio devono necessariamente passare per la città friulana. Viene eretta, inoltre, una nuova grande chiesa, che andrà a costituire il Duomo. Nel frattempo, numerosi ordini religiosi si trasferiscono ad Udine, che si dota, fino al 1320 di altre tre cinte murarie. La definitiva consacrazione della città, infine, avviene nel 1368, quando riceve la prestigiosa visita dell’imperatore Carlo IV. Una nuova pagina della storia del nord-est della Penisola è stata scritta e Cividale e Aquileia devono ormai cedere il trono di capoluogo istituzionale del Friuli.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

La misteriosa fondazione di Udine e la crescita della città ultima modifica: 2019-04-24T09:00:49+02:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top