PIAZZE

Le meraviglie della Piazza della Libertà di Udine

Piazza Della Libertà Di Udine

Ai piedi del Castello, sorge la magnifica Piazza della Liberta di Udine, la più antica del centro urbano. Essa si presenta come un magnifico esempio di piazza in stile rinascimentale di matrice veneta e racchiude degli splendidi tesori che la rendono il luogo più famoso di Udine.

I mille nomi della piazza

Varie sono state le denominazioni della Piazza della Libertà di Udine. Nel medioevo, infatti, prese il nome di Piazza del Vino, mentre successivamente, in seguito alla collocazione del consiglio comunale nel 1350, diventò la Piazza del Comune. Quando i Veneziani presero il dominio della città, invece, il luogo prese il nome di Piazza Contarena. L’ultima denominazione precedente a quella attuale, che subentrò dopo la Seconda Guerra Mondiale, infine, fu quella di Piazza Vittorio Emanuele II.

Loggia Del Lionello In Piazza Della Libertà Di Udine

La Loggia del Lionello. Fonte: Udine Vicina

Ma al di là della questione puramente toponomastica, la fama della Piazza della Libertà di Udine è dovuta soprattutto alle meraviglie contenute nel suo perimetro. Lo stile predominante, come detto, è quello dello stile rinascimentale di matrice veneta, ma anche il gotico veneziano ha il suo esponente con la Loggia del Lionello, realizzata a partire dal 1448 su progetto dell’orafo locale Nicolò Lionello.

Le meraviglie della piazza

Ma tanti altri sono i capolavori della Piazza della Libertà di Udine. La Torre dell’Orologio, ad esempio, è una splendida testimonianza del lavoro dell’artista rinascimentale Giovanni da Udine. In cima alla torre, le statue dei due mori scandiscono il tempo.
A lato della piazza, inoltre, c’è anche un’opera di uno dei più importanti architetti del Rinascimento, Andrea Palladio. Si tratta dell’Arco Bollani, costruito nel 1556 in onore del vescovo Domenico Bollani. Alla sua sommità si erge il leone marciano con le ali di rame, simbolo della Serenissima. Un altro elemento rinascimentale è la fontana realizzata nel 1542 dal bergamasco Giovanni Carrara. La struttura della fonte si eleva su uno zoccolo a tre gradini e si apre in una vasca circolare, sulla quale si innalzano altre due coppe. Da quella superiore sgorga l’acqua che defluisce nella vasca maggiore.

Arco Bollani in Piazza della Libertà di Udine

L’Arco Bollani si trova a lato della piazza. Fonte: FAI

Di fronte alla fontana si erge il Monumento alla Pace, che consiste in una statua allegorica in pietra d’Istria opera dello scultore piemontese Giovanni Battista Comolli. Quest’opera  vuole essere un tributo al trattato di Campoformido del 1797, che sancì la pace tra l’Austria e la Francia e la fine della Repubblica di Venezia. Inizialmente collocata nella cittadina friulana, fu portata ad Udine nel 1819.
Ultimo elemento di grande pregio artistico della piazza sono le statue gemelle di Ercole e Caco, due personaggi della mitologia romana. Le due opere vennero spostate qui nel Settecento, dopo la demolizione del Palazzo della Torre, in Piazza XX settembre, dove erano collocate. Nonostante la loro austerità quasi snob, gli udinesi si sono ben presto affezionati alle due figure. Hanno dato loro, infatti, anche i simpatici e confidenziali appellativi di Florean e Venturin.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Le meraviglie della Piazza della Libertà di Udine ultima modifica: 2019-05-03T09:00:31+02:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top