ARTIGIANATO EDIFICI STORICI

Antico mulino di Godia, la genuinità della farina di una volta

Pala moderna del mulino di Godia

Pala del Mulino di Godia

In un’epoca votata alla velocità e alla frenesia esistono ancora luoghi dove il tempo scorre lento come una volta, scandito solamente dalle stagioni e dagli orari del duro lavoro quotidiano. Tutto ciò riassume alla perfezione il Mulino di Godia, uno dei mulini più antichi di tutta la regione e dell’Italia intera tutt’oggi in attività dove si può assistere alla produzione di tante farine diverse e acquistarle direttamente in loco dai proprietari.

La storia del mulino

Il mulino di Godia, proprietà della famiglia Coiutti, si trova nella frazione di Godia, una zona a Nord-Est di Udine. La frazione si trova nelle vicinanze del fiume Torre, da cui sono ricavate le diverse rogge che scorrono nei paesini circostanti. Godia non fa eccezione e sulle sponde della roggia che la attraversa si trova uno dei mulini più antichi di tutto il Friuli, se non dell’Italia intera.
Come quasi tutte le attività artigianali anche quella del mugnaio è stata tramandata di padre in figlio. Il mulino è infatti gestito dalla famiglia Coiutti da almeno tre generazioni, e l’attuale proprietario si può dire che sia praticamente nato e cresciuto all’interno del mulino di Godia e che abbia imparato sul campo tutti i segreti del mestiere.

Antico Mulino di Godia

Via d’accesso al Mulino di Godia

La storia del mulino parte dalla sua fondazione, nel XV-XVI secolo. In funzione ancora oggi, è stato man mano modernizzato e adattato alle tecnologie susseguite nel tempo. Anche i macchinari utilizzati anticamente erano diversi da quelli visibili al giorno d’oggi. La macina in pietra, infatti, era originariamente azionata da una ruota diversa rispetto a quella odierna chiamata muele a cop, ed era formata non da pale ma da una serie di vaschette che raccoglievano l’acqua proveniente dall’alto. Attualmente, invece, è in funzione un mulino a cilindri costruito nel 1928.
All’interno dell’edificio del mulino si può ancora vedere la pietra che macina le granaglie e i cereali trasformandoli in farina. Oggi come in principio il procedimento è tutto naturale e la produzione non è affidata a macchinari industriali automatizzati.

Il mulino di Godia oggi

Il mulino è aperto e visitabile ogni giorno, e se si ha la fortuna di trovarsi al momento giusto è anche possibile vedere i macchinari in funzione. Spesso, infatti, al pomeriggio, il signor Coiutti avvia la produzione della farina partendo dai cereali ed è possibile seguire tutto il processo in diretta.
Posteggiando lungo la roggia si può vedere la pala azionata dalla forza dell’acqua che gira e fa partire la pietra che macina all’interno.

Farina appena macinata dalla pietra azionata dalla pala del mulino di Godia

Farina appena macinata

Ogni giorno si possono acquistare farine di diverso tipo, sia per il consumo animale che per quello umano. Non è necessario acquistarne grandi quantità, anzi, il mugnaio è sempre disponibile a consigliare la qualità migliore in base alle ricette e come conservarla.
Il mulino di Godia è una delle tappe immancabili per chi visita Udine. E’ il posto ideale per tutti gli amanti dei prodotti tradizionali e per tutti coloro che desiderano vedere come funziona un mulino, una possibilità assai rara al giorno d’oggi, specialmente per i più piccoli.

Susanna Tondo

Autore: Susanna Tondo

Piemontese di nascita, Friulana d’adozione, amo scoprire e far conoscere tradizioni e usanze del mondo intorno a me. Da sempre appassionata di scrittura e gastronomia condivido queste passioni con chi ho vicino.

Antico mulino di Godia, la genuinità della farina di una volta ultima modifica: 2019-04-18T09:00:17+02:00 da Susanna Tondo

Commenti

To Top